17 Novembre 2019

LA BAGNOLESE ALL’ESAME NIBBIANO. MISTER GALLICCHIO: ‘NON E’ UNA PARTITA COME LE ALTRE’

Domenica prossima la Bagnolese per l’undicesima giornata di andata del girone A di Eccellenza ospita al Fratelli Campari la capolista Nibbiano dalla quale dista solo due punti e quindi con la possibilità di effettuare il sorpasso e volare in testa alla classifica. Ad anticiparci la sfida è l’allenatore della Bagnolese, Claudio Gallicchio (nella foto).

Mister Gallicchio, stiamo parlando di un partitone.

‘Diciamo che abbiamo creato i presupposti perchè sia una bella partita, però ci tengo a sottolineare che siamo solo all’undicesima giornata. Sicuramente non è una partita come le altre e nella qualche ci giocheremo le nostre carte’.

Dopo la sconfitta interna con la Cittadella avete infilato otto risultati utili consecutivi.

‘Questo mi fa piacere, perchè fino a cinque giornate fa nessuno ci teneva in considerazione e ci mettevano dietro almeno ad altre cinque squadre. Sono contento di questo momento, ma bisogna rimanere sul pezzo perchè è un attimo mollare la presa. Noi ragioniamo partita dopo partita. Poi se le squadre che sono attrezzate per vincere il campionato ci concedono una chance noi ci faremo trovare pronti per sfruttarla’.

A Bagnolo in quasi un anno e mezzo di suo lavoro nella passata stagione avete vinto la Coppa Italia Regionale arrivando poi alle semifinali nazionali e un terzo posto finale in campionato. Adesso vi giocate il primato in classifica. C’è materia per essere soddisfatti.

‘In questo anno e mezzo di lavoro insieme senza sminuire gli altri risultati ottenuti, penso che la cosa più importante sia stato il premio come squadra che ha utilizzato più giovani in tutta la nostra regione. Quindi siamo stati bravi ad unire l’utile al dilettevole. In questa stagione puntiamo a migliorarci ancora e sono convinto che al termine della stagione la Bagnolese la troveremo nelle prime tre posizioni della classifica’.

Tornando alla partita con il Nibbiano vincerla sarebbe una bella iniezione di fiducia.

‘Non nego che mi piacerebbe e sarebbe anche una grande soddisfazione per il lavoro che tutti stiamo svolgendo, dai giocatori, allo staff tecnico fino alla società.