17 Novembre 2019

CALCIO GIOVANILE: SI METTE L’ACQUA IN BOCCA E POI LA SPUTA SULL’AVVERSARIO

La fantasia o per meglio dire la follia calcistica al potere. Nonostante i numerosi appelli continuano ad essere protagonisti in negativo gli episodi sui campi del calcio dilettantistico con un aumento di quelli a livello di settore giovanile. L’ultima in ordine di tempo sono le cinque giornate inflitte ad un giocatore nella Juniores Regionale con la seguente motivazione: ‘A fine gara in seguito ad una discussione con un calciatore della squadra avversaria – si legge testualmente sul comunicato – si mette dell’acqua in bocca e la sputa in faccia al calciatore avversario colpendolo. Gesto che provoca la reazione di entrambe le squadre’.