14 Ottobre 2019

CALCIO SERIE D: SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA PER IL LENTIGIONE

LENTIGIONE – MEZZOLARA 1 -0

Lentigione (4-3-3): Matteo Rossi; Castelluzzo, Dall’Osso, Berni, Maffezzoli; Scalini, Zagnoni, Bouhali; Piccinini (47’ st Sanat), Bernasconi (35’ st Ferri), Barranca (43’ st Falanelli) (Cheli, Marconi, Palmiero, Kane, Parisi, Tamagnini). All.: Notari.

Mezzolara (3-4-1-2): Malagoli; Maioli, Pappaianni, Montebugnoli; Aguiari (43’ st De Lucca), Roselli (12’ st Lo Russo), Rossi, Kharmoud (32’ st El Bouhali); Ianniello (40’ st Rizzi); Sala (36’ st Negri), Sereni (Albertazzi, Ferrari, Salcuni, Boschini). All.: Togni.

Arbitro: Gianmarco Vailati di Crema (Santi di Verona e Boggiato di Schio)

Rete: 37’ st Ferri su rigore.

Note: spettatori 200 circa. Ammoniti: Berni, Bernasconi, Maioli, Piccinini, Montebugnoli e l’allenatore del Mezzolara Togni. Angoli 3-4. Recupero: 1’ e 5’.

di Giorgio Pregheffi

Sorbolo (Parma)– Il Lentigione di mister Roberto Notari, sia pure con fatica e di misura, conquista la seconda vittoria consecutiva e con i tre punti conquistati sale a quota 10 a metà classifica. Non è stata una partita facile e c’è voluto un rigore di Daniele Ferri (nella foto di Barbara Bastoni), peraltro indiscutibile, per sbloccarla, dopo aver sofferto e a tratti anche rischiato. Il Mezzolara, come era prevedibile, si è rivelato un avversario scorbutico e subito in avvio è stato aggressivo, tanto da guadagnare tre angoli consecutivi e creare patemi alla difesa biancorossa. Dopo un quarto d’ora si sveglia il Lentigione e al 18’ si rende pericoloso con una punizione di Scalini sventata da Malagoli. Al 24’ conclusione di Bernasconi parata. Al 30’ punizione micidiale di Ianniello, non si fa sorprendere Rossi. Due spunti di Sereni non si traducono in pericoli concreti. Al 37’ da calcio d’angolo nasce un’opportunità per il Lentigione: deviazione di Dall’Osso, la respinta è di Zagnoni che si è venuto a trovare sulla traiettoria. Si passa alla ripresa e al 10’ brivido per Rossi: conclusione violenta di Aguiari che sbatte sul palo. Poche emozioni fino al 22’ quando Ianniello, il migliore dei suoi, batte benissimo un calcio piazzato, Rossi respinge da campione. E arriviamo all’episodio decisivo al 36’ della ripresa: dormita della difesa bolognese, si inserisce con i tempi giusti Piccinini, che viene messo giù da Maioli. L’arbitro è lì a due passi e indica il dischetto. Non ci sono proteste, ma passa lo stesso un minuto, prima che Ferri, che era appena subentrato a Bernasconi, prenda il pallone, se lo sistemi e scarichi un sinistro che non lascia scampo a Malagoli. Nei restanti minuti (con il recupero se ne giocano altri 13’) il Lentigione si limita a controllare e risulta particolarmente prezioso proprio Ferri che con la sua fisicità aiuta a tenere su la squadra. Domenica prossima, il Lentigione andrà a far visita al Progresso, appaiato in classifica, che oggi ha pareggiato sul campo della Sammaurese.