20 Settembre 2019

IL BOMBER DEL CASTELLARANO, IERARDI: ‘TRE PUNTI CHE FANNO CLASSIFICA E MORALE’

Dopo la mezza partenza falsa con il pareggio nel derby con la Scandianese Casalgrandese, nel girone B di Promozione il Castellarano ha centrato un risultato di prestigio sul campo di una Riese sempre scomoda da affrontare e portando a casa i primi tre punti della stagione.  La rete decisiva è stata messa a segno da Nazareno Belfasti con una stoccata dal limite dell’aera di rigore e palla all’incrocio dei pali, ma ad aprire le marcature è stato il primo gol stagionale del bomber Andrea Ierardi (nella foto). ‘Tre punti che fanno classifica e morale – dice Ierardi – per una vittoria che rappresenta un premio al grande lavoro che stiamo svolgendo. Ma adesso non dobbiamo sentirci già arrivati, anche perchè alle porte c’è la trasferta di Coppa Italia contro la Vignolese’.

Ierardi, la coppa conta molto perchè potrebbe spalancare le porte dell’Eccellenza.
“Infatti si tratta di una competizione che ci interessa eccome e mercoledì siamo pronti a fare la nostra parte. La Vignolese è tra le realtà più ostiche da affrontare e i numeri di inizio stagione sono lì a darne piena testimonianza. Oltre a essere ancora in corsa per il passaggio del turno in coppa, i modenesi guidano la classifica del campionato con 6 punti in 2 partite quindi dovremo stare in guardia”.
 
Un Castellarano che è cambiato tanto rispetto alla passata stagione
“Abbiamo una rosa che presenta profondi cambiamenti rispetto alla scorsa stagione e di conseguenza abbiamo ancora bisogno di un po’ di tempo per oliare al meglio i meccanismi di gioco. Per essere sempre più incisivi, concreti e vincenti, dobbiamo essere squadra nel vero senso del termine e questo vale per tutti gli impegni che affronteremo.  Io rimango ottimista anche valutando ciò che ho visto nelle ultime settimane e credo proprio che il Castellarano stia andando nella giusta direzione per arrivare a esprimere quel gioco di elevata qualità che tutti si aspettano”.
A livello personale è soddisfatto per il suo inizio di stagione?
“Al di là del gol siglato a Rio Saliceto, in tutta sincerità non sono ancora così contento e so di poter fare molto meglio. Al tempo stesso ritengo anche di essere in continua crescita, quindi se non ci saranno inghippi credo proprio che sarò al massimo nel giro di poche settimane. Intanto ci tengo a ringraziare la mia famiglia, sempre attenta nello starmi vicino anche nei momenti più grigi. Un ulteriore grazie va quindi a Nicola, Laura e Simone, che da un anno seguono attentamente la mia condizione fisica individuando le migliori strategie per farmi stare bene e tutti e tre sono ancora giovani, ma hanno davvero le doti che servono per affermarsi sempre di più nel campo della fisioterapia applicata alla pratica del calcio”.