20 Settembre 2019

CALCIO SERIE D: PER IL LENTIGIONE SOLO UN PUNTO CHE VA MOLTO STRETTO

LENTIGIONE – FORLÌ 1 – 1

Lentigione (4-3-3): Cheli; Castelluzzo (44’ st Palmiero), Dall’Osso, Zagnoni, Maffezzoli; Scalini, Parisi (26’ st Tamagnini), Piccinini (47’ st Montipò); Bouhali, Bernasconi, Barranca (37’ st Sanat). (Rossi, Falanelli, Marconi, Zaccariello, Kane). All.: Salmi.

Forlì (4-3-1-2): Baldassarri; Galanti (40’ st Sedioli), Biasiol, Vesi (26’ st Ferraro), Marzocchi; Favo, Ballardini, Pastorelli (11’ st Gkertsos); Pacchioni; Souarè (5’ st Gomez), Minella. (De Gori, Zamagni, Gimelli, Zabre, Albonetti). All.: Paci.

Arbitro: Aleksandar Djurdjevic di Trieste (Paolo Tomasi di Schio e Luca Gibin di Chioggia).

Reti: pt 17’ Biasiol, st 18’ Scalini su rigore.

Note: spettatori 200 circa; ammoniti Ballardini, Vesi, Parisi, Castelluzzo, Baldassari, Minella, Bouhali, Pacchioni; angoli 1-3; recupero 2’ e 6’.

di Giorgio Pregheffi

Sorbolo (Parma) – Il Lentigione non va al di là del pareggio, 1 a 1, nella prima partita casalinga al cospetto del Forlì, ma se ci basiamo sulle occasioni avute, avrebbe meritato la vittoria. I romagnoli però non hanno rubato nulla, visto che erano passati in vantaggio e hanno messo in difficoltà i biancorossi nei primi 20 minuti, soprattutto a metà campo. Poi però è salito in cattedra Scalini che ha ispirato la manovra, ha protetto la difesa e alla fine ha anche segnato sia pure su rigore. Ma veniamo al racconto della partita. Prima occasione per il Lentigione al 10’: Parisi serve un pallone in area per Barranca che prova una girata ma il tiro è fiacco. A questo punto prende decisamente in mano l’iniziativa il Forlì e al 17’ passa in vantaggio: angolo di Favo, i difensori del Lentigione fanno le belle statuine e Biasiol di testa, senza neanche staccare, insacca. Ancora qualche minuto poi si sveglia il Lentigione che ci prova prima con Barranca, poi con Parisi, buona la preparazione delle azioni, male l’esecuzione. Al 39’ bella punizione di Scalini, forte ma centrale, volo plastico di Baldassari. Al 44’ Bernasconi inventa un assist per Piccinini, che salta anche il portiere ma è sbilanciato e manda sull’esterno della rete. Si passa alla ripresa e l’inizio è un monologo del Lentigione. Al 2’ sinistro di Bernasconi respinto da Baldassarri. Al 3’ sospetto tocco in area forlivese di Marzocchi. Al 5’ lancio sontuoso di 40 metri di Scalini per Barranca, che scatta bene ma a tu per tu con Baldassarri si fa ipnotizzare e gli spara addosso. All’8’ imbucata splendida di Bernasconi per Barranca, ma l’assistente dell’arbitro alza la bandierina e rende inutile lo scatto dell’attaccante che segna, ma a gioco fermo. Un tiro cross di Parisi e un colpo di testa di Zagnoni confermano l’assedio, il gol è nell’aria e arriva al 18’. C’è un inserimento in piena area di Piccinini, che viene messo giù da Baldassarri. L’arbitro indica il dischetto, nessuno protesta e Nicolò Scalini (nella foto di Barbara Bastoni) trasforma in sicurezza. A quel punto torna a farsi vivo il Forlì, ma la gara non offre più emozioni e così si arriva al 96’ (sei minuti di recupero per la verità incomprensibili) ed è 1 a 1 il finale. Fra sette giorni trasferte in quel di Mantova e i virgiliani, tanto per non smentirsi, hanno calato un’altra cinquina.