20 Luglio 2019

MONTAGNA DILETTANTI: IL LEGUIGNO NEI QUARTI E SAN CASSIANO INFURIATO

LEGUIGNO – SAN CASSIANO 3 – 1

Leguigno: Nutricato, Filippo Fornili, Rabotti (34’s.t. Alinovi), Quaggiotto, Giorgio Fornili, Coghi, Grande (44’s.t. Stompanato), Lleshaj, Habib, Silipo, Ferrante. (Tarabelloni, Costoli, Gatti, Palermo, Gaspare Oddo). All.: Gaspare Oddo.

San Cassiano: Careri, Severgnini, Morotti, Matteo Fantini, Schenetti (40’s.t. Menconi), Benedetti, Amorini (32’s.t. Daniele Garzoni), Corteggiato, Seri (23’s.t. Paolo Monti), Docente, Ovi. (Botti, Casali, Dario Garzoni, Luca Fantini). All.: Michele Monti.

Arbitro: Lusetti (Bonafini e Ferrari).

Reti: p.t. 32′ Docente su rigore; s.t. 18′ e 26′ Silipo, 49′ Habib.

Note: spettatori 250 circa. Ammoniti: Coghi, Morotti, Angoli: 4 a 1. Recuperi: 4′ e 5′.

Leguigno (Reggio Emilia) –  Nello spareggio della categoria Dilettanti il Leguigno confeziona il bis ed entra nei quarti di finale dove affronterà la Gatta. Il San Cassiano è stato rimontato nella ripresa ed è uscito dal campo imbestialito con la terna arbitrale per un fallo non segnalato sulla terza rete di Habib. Nella prima parte partita molto equilibrata con l’occasione più ghiotta per il San Cassiano con Corteggiato che di testa la mette alta da ottima posizione. Fino alla mezzora, quando l’arbitro punisce un contatto in aera tra Rabotti e Docente. Rigore per il San Cassiano che Docente calcia sul palo, ma Lusetti fa ripetere perchè Giorgio Fornili sarebbe entrato in area di rigore con un piede. Almeno questa è versione che avrebbe dato a quelli del Leguigno infuriati e sulla seconda battuta Docente spiazza Nutricato. Al 35′ Morotti entra in area dalla sinistra e con un rasoterra impegna Nutricato che poi in pieno recupero con l’aiuto della traversa alza in angolo una staffilata dalla distanza dello stesso Morotti. Nella ripresa il Leguigno spinge subito sull’acceleratore, ma al 16′ è il San Cassiano a gettare al vento il raddoppio con Docente che calcia altissimo da distanza ravvicinata. Gol sbagliato gol subito, perchè dopo due minuti con un diagonale dal vertice destro Silipo la mette nell’angolo opposto. Fascia diversa, quella sinistra, ma stesso copione al 26′ quando ancora Francesco Silipo (nella foto) stavolta da fermo disegna una traiettoria che finisce nel sacco. La partita rimane in equilibrio fino nel recupero quando Habib con un’azione personale mette tutti a sedere e insacca a porta vuota la rete della sicurezza.