25 Agosto 2019

GIUDICE SPORTIVO: INAMMISSIBILE IL RICORSO PRESENTATO DAL POLINAGO

E’ rigettato perchè inammissibile il reclamo presentato dal Polinago, girone B di Promozione, avverso la decisione del Tribunale Federale Territoriale sul deferimento del Castellarano al quale sono stati inflitti due punti di penalizzazione per avere fatto giocare per le prime sette partite di campionato più una in Coppa Italia, proprio contro il Polinago, il giocatore Andrea Toni, squalificato per 4 giornate, che non era in regola con il tesseramento. Questo il testo integrale della Corte Sportiva di Appello: ‘La A.SD. CALCIO POLINAGO reclama avverso la decisione del Tribunale Federale Territoriale in merito al deferimento della Società Castellarano, argomentando di non condividere la decisione deliberata e contenuta nel C.U. 43 dell’08 05 19; motiva tale reclamo sostenendo che la decisione appare ingiusta, di modesta entità sotto il profilo sanzionatorio e comunque sbagliata. Questa Corte rileva che il reclamo appare irricevibile almeno per due ordini di motivi: 1. Secondo le norme del C.G.S. il reclamo presuppone l’interesse ad agire da parte del reclamante; nel caso che qui ci occupa questo Giudice rileva che manchi totalmente tale interesse; manca inoltre nel caso specifico la legittimazione attiva ad agire da parte del ricorrente; 2. Il reclamo è inviato al Tribunale Federale Territoriale all’indirizzo romano di Via G.Allegri,14 Roma; per conoscenza è inviato al Giudice Sportivo Federale di Bologna. Questa Corte non è indicata tra i destinatari del reclamo; per questa ragione il reclamo appare non ricevibile e obiettivamente inammissibile. Conseguentemente nessuna decisione deve essere presa, se non la irricevibilità del ricorso e nulla si può disporre a carico della Società Polinago in merito alla tassa reclamo’.