22 Aprile 2019

ATLETICO MONTAGNA: PRONTI I PROVVEDIMENTI PER ALMENO 4 GIOCATORI. IL D.S. BIMBI: ‘LA SPORTIVITA’ DEVE SEMPRE PREVALERE’.

Ieri nel girone B di Promozione è successo un fatto raro nel calcio durante il derby reggiano giocato a Castelnovo Monti tra tra l’Atletico Montagna e il Fabbrico. Sul risultati di 2 a 1 in loro favore gli ospiti hanno messo la palla in fallo laterale per consentire la sostituzione di un loro giocatore infortunato. Fatto il cambio si aspettavano la restituzione della palla per una regola non scritta, ma l’attaccante dell’Atletico Montagna, Marchesini, da centrocampo ha visto il portiere fuori e con un pallonetto a insaccato le rete del 2 a 2 scatenando un parapiglia tra le panchine ed i giocatori in campo. Poi dalla panchina dell’Atletico Montagna è scattato l’ordine di restituire il maltolto facendo segnare il Fabbrico per una decisione che non è piaciuta al portiere dei locali, Nutricato, che dopo la rete ha abbandonato in evidente disaccordo. La partita è poi finita con la vittoria del Fabbrico per 4 a 2 per un risultato che suona come una condanna per l’Atletico Montagna ormai a un passo da ritornare in Prima Categoria. ‘Io ritengo che deve sempre prevalere la sportività – afferma il d.s. dell’Atletico Montagna, Matteo Bimbi (foto) – in qualsiasi situazione e anche ci si gioca un’intera stagione perchè va dato anche un segnale ai giovani. Non mi va si salvarmi pe poi essere ricordato come quello che non ha restituito la palla. E sono anche d’accordo con la decisione presa dal nostro mister di fargli fare gol’. Una vicenda che ha molto amareggiato la società dell’Atletico Montagna che entro sera prenderà dei provvedimenti drastici nei confronti di almeno quattro suoi giocatori. ‘E’ stata un’annata da archiviare in fretta – conclude Bimbi – ma mi auguro che l’Atletico Montagna continui a fare calcio perchè è un valore aggiunto per l’appennino reggiano e che torni protagonista anche in un altro campionato’.