20 Settembre 2019

CALCIO SERIE D: IL MODENA RITROVA I TRE PUNTI MA IN VETTA RIMANE TUTTO INVARIATO

MODENA – SASSO MARCONI 3 – 0 

Modena (4-3-3) Piras; Bellini, Dierna, Perna, Cortinovis (39’s.t. Ndoj); Calamai (27′p.t. Duca), Loviso (44’s.t. Boscolo Papo), Rabiu; Sansovini (36’s.t. Spaviero), Ferrario, Baldazzi (21’s.t. Montella). (Dieye, Gozzi, Pettarin, Messori) All.: Bollini.

Sasso Marconi (4-3-3) Celeste; Mele, Serra, Cosner (37’s.t. Giacomoni), Iroanya; Rrapaj, Dall’Ara, Satalino (17’s.t. Rustichelli); Negri (41’s.t. Garni), Della Rocca (28’s.t. Girotti), Barranca. (Monari, D’Abbronzo, D’Antini, De Lucca, Alessi). All.: Cristi.

Arbitro: Bertini di Lucca (Faini e Raus di Brescia).

Reti: s.t. 5′ e 43′ Ferrario, 17′ Dierna.

Modena – Il Modena torna alla vittoria, ma in vetta non cambia nulla ed a tre giornate dal termine il distacco dalla capolista Pergolettese rimane di sei punti. Una missione quasi impossibile nonostante tra due turni ci sarà lo scontro diretto proprio sul campo della Pergolettese. Su un manto erboso reso umido dalla pioggia scesa copiosamente prima e durante la gara le due squadre hanno danno vita ad una gara nella quale nella prima mezzora ha riservato poche emozioni. Al 23’ Baldazzi prova un tiro da fuori area che viene deviato in corner da un difensore avversario. Poco dopo ci prova il Sasso Marconi, sempre da fuori area, prima con un tiro sbilenco di Rrapaj che termina altissimo e poi con un bel tiro al volo di Dall’Ara che invece manca la porta non di molto. Al 35’  Loviso  con un calcio di punizione dalla distanza calcia alto seppur non di molto. E’ invece il portiere dei gialli Piras a dover compiere un intervento tanto difficile quanto decisivo un minuto dopo per respingere in tuffo rasoterra sulla linea di porta una conclusione violenta di Rrapaj deviata involontariamente da Rabiu. Al 39’ i padroni di casa chiedono il calcio di rigore per due atterramenti nell’area di rigore bolognese, prima ai danni di Duca e subito dopo a discapito di Rabiu, ma l’arbitro sorvola su entrambi. Al 45’ Rabiu conclude al volo su corner battuto da Loviso, ma anche in questo caso il centrocampista nigeriano lamenta una vistosa trattenuta ai propri danni che non viene ancora ravvisata dall’arbitro. Il centrocampista canarino classe 2000 cerca ancora la rete nel recupero della prima frazione girando verso la porta un cross rasoterra di Bellini, ma senza trovare fortuna. Nella ripresa il Modena parte subito in avanti e al 5’  trova il gol con una splendida girata di testa di Ferrario che traduce in rete un cross altrettanto bello di Cortinovis dalla corsia sinistra. Al 7’ i canarini potrebbero raddoppiare subito con Sansovini, che conclude al volo in area trovando però uno strepitoso intervento del portiere ospite Celeste ad impedirgli la gioia del gol e sulla ribattuta piomba Duca che ci prova al volo in acrobazia ma non trova la porta di pochissimo. La seconda marcatura della squadra di casa arriva però al 17’t su un calcio d’angolo battuto ancora una volta da Loviso e che viene girato in rete da Dierna in anticipo su tutti nella mischia davanti alla porta avversaria. Il Modena tiene completamente in mano la gara e al 20’ Sansovini di testa conclude alto di poco in area di rigore. Il Sasso Marconi si fa avanti solo sporadicamente come al 23’ quando Barranca tenta il jolly sparando una conclusione di destro da posizione defilata sulla sinistra che termina alta. I bolognesi però potrebbero riaprire la gara al 30’ su un calcio di punizione dal limite calciato magistralmente da Dall’Ara, con la palla che rimbalza sulla traversa nei pressi dell’incrocio dei pali ed esce. Al 38’ ci prova ancora il Modena con uno spunto di Duca dalla destra e che termina con una conclusione deviata in corner e sugli sviluppi della battuta dalla bandierina la difesa del Sasso Marconi sfiora l’autorete. La terza rete è nell’aria e arriva puntuale al 43’ con un pregevole suggerimento di Duca per Ferrario, che con uno spettacolare pallonetto supera Celeste segnando la sua ventiduesima rete in questo campionato.