19 Marzo 2019

CALCIO ECCELLENZA: CADUTA PESANTE DELLA BAGNOLESE AD AGAZZANO

AGAZZANESE – BAGNOLESE 4 – 1

Agazzanese: Daffe Saidou, Calegari, Reggiani, Moltini (44’ st Sanogo), Arodotti, Colombi, Minasola (20’ st Panigada), Vago (26’ st Gueye), Makaya, Lucci (19’ st Bonomi), Lombardi. A disposizione: Papaluca, Poggi, Valdonio, Peretti, Pintore. Allenatore: Melotti.

Bagnolese: Auregli, Capiluppi, Lionetti (22’ st Silipo), Hardy Nana (18’ st Beqiraj), Oliomarini, Farina (1’ st Vernia), Covili, Martino (1’ st Marchini), Formato, Zampino, Faye. A disposizione: Cottafavi, Raed Emam, Signoriello, Marani, Aracri. Allenatore: Gallicchio.

Arbitro: Sassano di Padova (Pascale di Bologna – Bissioni di Cesena).

Reti: 10’ pt, 37’ pt e 10’ st Minasola, 24’ st Zampino su rigore, 42’ st Moltini.

Note: Allontanato dalla panchina il preparatore dei portieri della Bagnolese Cianfarani al 15’ st per proteste. Ammoniti Reggiani, Calegari, Daffe Saidou e Bonomi dell’Agazzanese, Vernia della Bagnolese.

Agazzano (Piacenza) –  Dallo storico approdo ai quarti di finale della fase nazionale della Coppa Italia, ad un pesante poker che rischia seriamente di compromettere la corsa della Bagnolese al secondo posto nel campionato di Eccellenza. Fisicamente e mentalmente i rossoblù pagano il contraccolpo dell’impresa infrasettimanale di Romagnano Massa, chiudendo male un tour de force di cinque partite negli ultimi quindici giorni. Gol evitabili sul groppone dei ragazzi di Claudio Gallicchio, che entrano in partita quando ormai tutto è compromesso. La Bagnolese busca dall’Agazzanese lo stesso punteggio dell’andata, pur con qualche episodio che gira storto. Solo a metà ripresa i rossoblù ci mettono cuore ed orgoglio, ma è la lucidità che manca. Senza l’infortunato Cocconi ecco che Gallicchio sceglie un 4-3-2-1 con Martino e Zampino ad ispirare il riferimento offensivo Formato. Pronti via, Bagnolese già sotto perché immobile sul lungo traversone di Arodotti che Minasola corregge in rete da sottomisura. Formato al 13’ s’invola su un retropassaggio, ma viene abbattuto da Reggiani che viene solo ammonito. I rossoblù passano al 3-5-2, sfiorando il pari. Ripartenza dell’undici di Claudio Gallicchio con Formato che pesca Zampino dalla parte opposta dell’area, tiro angolatissimo per sorprendere in controtempo Daffe Saidou che però fa il miracolo distendendosi (36’). Occasione non sfruttata, gol subito per la Bagnolese. La dinamica è identica, cross di Lucci e rossoblù infilati ancora da Minasola da dentro l’area. Alle soglie dell’intervallo prodigio di Auregli, con un colpo di reni sull’inzuccata di Minasola. Ripresa con doppio cambio per Gallicchio, poi il neo-entrato Vernia impegna Daffe Saidou dal limite. Bagnolese sotto di tre gol al 10’, con lo scatenato Minasola che manda fuori giri Capiluppi e poi gela Auregli. Altri due cambi nei rossoblù, che cercano di approfittare delle sostituzioni piacentine (fuori sia Lucci che Minasola). A metà frazione Riccardo Zampino (nella foto) guadagna e realizza un calcio di rigore, anche se Daffe Saidou tocca la palla (sedicesimo centro stagionale, il decimo in campionato, il settimo dagli undici metri). Gli uomini di Claudio Gallicchio provano a crederci, ma Auregli è costretto ad uscire su Panigada al 37’. La Bagnolese incassa il poker nel finale, con Moltini che ruba palla a Covili e trafigge Auregli. Rossoblù ora quinti, a cinque punti dal secondo posto di Agazzanese e Rolo. Una trasferta da accantonare in fretta per i ragazzi di Claudio Gallicchio, scavalcati dal Colorno.

                                          Luca Cavazzoni